Tecnologia e sviluppo, Cestas primo partner europeo di Metrik

SuipitSemplice da usare, innovativo, flessibile, economico, leggero come una nuvola. È interamente “hecho en Chile” il nuovo programma gestionale “cloud based” che sarà adottato dallo staff della ong bolognese Cestas, primo cliente europeo della web agency di Santiago Metrik.

Suipit è il nome del software 100% web ed è stato sviluppato da quattro giovani ingegneri della Universidad de Chile. Sono il direttore generale Juan José Lizama Ovalle, il direttore amministrativo Miguel Ángel Cornejo, Manuel Pino León che è invece direttore commerciale e Rodrigo Orrego Ramos, responsabile dell’area programmazione. La loro età? Massimo 31 anni.

Il programma nasce per facilitare il lavoro in rete all’interno di organizzazioni diffuse sul territorio. Serve infatti per condividere online documenti con colleghi, partner e fornitori, sviluppare in squadra i progetti e verificarne l’andamento, comunicare e gestire la posta elettronica, convocare e tenere riunioni, aggiornare l’agenda. Un ambiente di lavoro virtuale attraverso cui comunicare, coordinarsi e collaborare, che per Cestas si svilupperà dalla sede di Bologna agli oltre 20 Paesi del mondo in cui l’organizzazione opera.

“Ma ci siamo impegnati – sottolinea il presidente di Cestas Uber Alberti – a diffondere l’applicazione anche ad altre realtà italiane e non solo, perché crediamo nella politica d’innovazione e nelle tecnologie del web 2.0, soprattutto quando vengono proposte da giovani e da società innovative del sud del mondo”.

Premiato nel 2010 come “Innovación Tic de alto impacto” dall’organizzazione cilena per la diffusione delle nuove tecnologie Gechs, Suipit è diffuso in banche, aziende pubbliche, ospedali, università e organizzazioni non governative del sud America. Più che positivi i commenti di chi già lo usa: “Me semplificò el trabajo” dice la professoressa di genetica molecolare Ana Arenas della Pontificia Universidad Católica, a cui si aggiungono i tanti che lo ritengono un programma utile per “migliorare il lavoro di squadra” e “avere una panoramica precisa e ordinata su ogni progetto”.

Quello tra Suipit e Cestas è un accordo commerciale di fornitura di servizi, che nasce però in un ambito decisamente no profit. “Abbiamo avuto modo di conoscere e vedere all’opera i giovani di Metrik, insieme ad altri validi professionisti della Facoltà di ingegneria della Universidad de Chile, durante il nostro intervento per la creazione di una rete latinoamericana a favore dell’imprenditoria femminile – aggiunge Alberti –. L’uso delle nuove tecnologie era centrale per la preparazione e l’inserimento nel mercato globale e sono stati questi giovani ingegneri a curare la formazione e l’assistenza tecnica di 50 imprenditrici della rete Cestas”.

La collaborazione tra Cestas e “los ingenieros” ora continua. Suipit sarà sperimentato inizialmente da 15 lavoratori della ong e poi esteso a tutto lo staff. “Siamo presenti in Cile da oltre 20 anni – continua Alberti – e il fatto che una tecnologia cilena arrivi nei nostri uffici è solo uno dei tanti segni che per noi fare cooperazione è uno scambio, è un’azione reciproca e non unidirezionale”.

“Siamo molto entusiasti di questo accordo che potrebbe portarci a nuove collaborazioni con altre ong – spiega il direttore generale di Metrik Juan José Lizama Ovalle –. Settimana prossima faremo via Skype la formazione con il primo gruppo Cestas in Italia. Sarà un addestramento veloce tramite web, l’abbiamo già fatto con un’azienda del Guatemala con ottimi risultati. Siamo convinti – conclude – che Suipit possa agevolare il lavoro di tutto lo staff Cestas che lavora sul campo nei vari Paesi”.

Share