• 9 gennaio 2017

Albania, al via nuovo progetto a favore dei disabili uditivi

È la naturale continuazione del progetto appena concluso per favorire l’integrazione scolastica e sociale dei bambini sordi, il nuovo intervento Cestas che prende il via in questi giorni in Albania. Più ambizioso il suo obiettivo: migliorare le condizioni di vita delle persone con disabilità uditive, come recita anche il suo titolo.

Il progetto dalla durata biennale è rivolto a bambini e ragazzi albanesi con disabilità uditive. Attraverso lo screening precoce, l’utilizzo di protesi auricolari e tecnologie per l’apprendimento, campagne di sensibilizzazione e percorsi di formazione professionale, si mira da una parte a rafforzare il sistema sanitario e scolastico e, dall’altra, a facilitare l’inserimento lavorativo in enti e aziende.

Finanziato dall’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo, il progetto prevede tra l’altro, la realizzazione di esami audiologici su 13.000 neonati dell’ospedale pubblico di Tirana e formazione per dirigenti, medici e operatori sanitari. Gli insegnanti dell’Istituto per i bambini sordi di Tirana potranno fare una visita-studio in Italia per aggiornarsi sulle nuove metodologie didattiche.