• 6 maggio 2016

Bolivia, creare comunità a servizio dei bambini

I primi anni di vita sono decisivi non solo per il sano sviluppo psicofisico dei bambini, ma anche per il futuro benessere sociale: adulti equilibrati e consapevoli rendono infatti migliori la società in cui vivono. È per questo che, per garantire parità di diritti e di opportunità, è fondamentale il ruolo delle famiglie e di coloro che si occupano dei più piccoli. Indispensabile, allora, coinvolgere tutta la comunità intorno ai bambini, così come in Bolivia sta facendo Cestas nell’ambito del programma Desarrollo infantil temprano (Dit).

Due i “Forum per lo sviluppo della prima infanzia” realizzati a fine aprile nei dipartimenti di Chuquisaca e Potosì, territori entrambi coinvolti dal programma “Crecen bien para vivir bien” (Crescere bene per vivere bene) del ministero della Salute. Il primo si è svolto nella Villa Bolivariana di Sucre, il secondo nell’auditorium dell’Università Tomas Frias a Potosì.

Ai due appuntamenti hanno partecipato in tutto più di 550 rappresentanti di oltre di 70 realtà nazionali e locali che a vario titolo hanno a che fare con i bambini sotto i 4 anni: dai ministeri della Salute e dell’Istruzione ai governi dei dipartimenti e dei municipi, dalle università ai servizi sociosanitari, fino a ospedali, ong e imprese private.