• 27 gennaio 2016

Bolivia, le mamme diventano educatrici comunitarie

La salute dei bambini in età prescolare passa anche e soprattutto da madri che sappiano come crescerli e nutrirli in modo sano. È per questo che il nuovo progetto Cestas Desarrollo infantil temprano (Dit), realizzato in Bolivia nell’ambito del programma “Crescere bene per vivere bene” del ministero della Salute, ha previsto la formazione di 350 madri, a cui ora verrà affidato il compito di educatrici comunitarie e di facilitatrici.

Il percorso formativo, che si è chiuso con una cerimonia a cui hanno partecipato autorità e rappresentanti locali insieme al presidente del Cestas UIber Alberti, ha coinvolto le donne dei dipartimenti di Potosí e di Chuquisaca, che hanno acquisito nuove conoscenze di cui beneficeranno 35 municipi e 83 centri per lo sviluppo infantile.

Le lezioni, suddivise in 5 moduli, hanno affrontato temi che vanno dalla cura del bambino alla nutrizione, dallo sviluppo psicomotorio, cognitivo e del linguaggio alla pedagogia infantile, fino all’affettività. La formazione si è svolta negli stessi centri in cui le educatrici presteranno servizio e ha tenuto conto delle specificità di ogni singolo contesto.

Cestas opera in Bolivia da più di 12 anni per innovare i processi di formazione e diffondere tecnologie sanitarie appropriate. Il progetto Dit ora continua con i corsi online rivolti a 400 persone assunte dal ministero per aprire nuovi asili nido, 700 professionisti di ospedali e centri di salute e oltre 750 operatori sociali e funzionari pubblici locali.