Cestas finalista all’Oscar di bilancio 2013

Attestato Oscar di BilancioPer il secondo anno consecutivo, Cestas è arrivato finalista nella categoria non profit dell’Oscar di bilancio il premio promosso dalla Ferpi (Federazione relazioni pubbliche italiana) sotto l’Alto patronato della Presidenza della Repubblica, per valorizzare le organizzazioni italiane che si segnalano per una comunicazione efficace e cristallina dei propri rendiconti. Martedì 2 dicembre la cerimonia di premiazione a Milano presso la sede della Borsa. A ritirare l’attestato, la consigliera del Cestas Nada Karaivanova, accompagnata da Carla Abbattista di Agenda, la società che ha curato il bilancio sociale.

“L’essere nuovamente tra i finalisti dell’Oscar di bilancio è innanzitutto un indicatore di continuità di una gestione responsabile, trasparente e attenta alla comunicazione dei risultati verso il proprio pubblico, che nel nostro caso sono i donatori pubblici e privati, nazionali ed esteri” dice il presidente del Cestas Uber Alberti.

Consegna Oscar di BilancioMa c’è una seconda ragione di orgoglio: “Questo è anche il riconoscimento – continua Alberti –  all’internazionalizzazione del Cestas, che oggi rappresenta un’agenzia per la formazione professionale e superiore sempre più riconosciuta dai Paesi emergenti e dalla grandi agenzie internazionali, come la Banca mondiale e l’Organizzazione mondiale della sanità”

Il Cestas ha partecipato all’Oscar con il bilancio sociale pubblicato la scorsa estate, che è stato valutato, secondo i criteri della leggibilità, della tempestività, della fruibilità e dell’efficacia, da una giuria di esperti presieduta dal rettore dell’Università Bocconi Andrea Sironi. “In un Paese che desidera riattivare un percorso virtuoso di crescita e sviluppo – ha detto il professor Sironi –, la trasparenza e l’accountability di imprese, istituzioni finanziarie, amministrazioni pubbliche, rappresentano condizioni fondamentali.”

Per saperne di più:
Il bilancio sociale del Cestas

Share