Ecuador, Cestas sostiene la nazione indigena Shuar per lo sviluppo eco-turistico del territorio

Gualaquiza (foto di Birte Kaddatz)Lo scorso 1 aprile in Ecuador si è formalizzata la relazione interistituzionale tra Cestas e il Governo provinciale di Morona Santiago, attraverso la firma di un accordo di cooperazione e il deposito della prima quota di finanziamento.

L’accordo permette l’esecuzione delle attività previste dal progetto “Programma di sviluppo integrale nella Provincia di Morona Santiago – Regione Amazzonica”, che Cestas sta implementando nella menzionata Provincia amazzonica ecuadoriana grazie al co-finanziamento della Direzione generale per la Cooperazione allo sviluppo del Ministero di Affari esteri italiano.

Attraverso l’accordo, frutto di articolate azioni di coordinamento istituzionale intraprese nell’ultimo anno, Cestas partecipa e sostiene una politica pubblica locale orientata al sostegno dello sviluppo economico includente e sostenibile della Provincia.

In particolare, la collaborazione si posiziona all’interno della strategia identificata dal Governo Provinciale per lo sviluppo turistico del territorio, che si concretizza nel progetto “Implementazione di un sistema di circuiti turistici nel corridoio eco-culturale Palora-Gualaquiza articolando le aree protette di Morona Santiago”, finanziato da vari donatori tra cui, a parte Cestas, si menzionano il Piano binazionale Ecuador-Perù, il Ministero del Turismo ecuadoriano e la cooperazione tedesca (Giz).

Il sostegno di Cestas si concentrerà in un’azione di rafforzamento delle capacità delle comunità locali. In particolare, un processo di formazione sarà rivolto alla comunità Musap localizzata nella parrocchia di Chuchaentza del Cantone Morona.

La scelta del territorio si è basata non solo sul potenziale paesaggistico, culturale e naturalistico, ma anche sul livello di organizzazione comunitaria presente. Tale considerazione risponde all’esigenza di promuovere processi con un’alta propensione all’appropriazione e quindi alla sostenibilità.

L’attore locale che parteciperà al processo formativo è la Fondazione turismo Shuar Tajint che rappresenta la struttura di organizzazione comunitaria per la gestione dei terreni lungo i quali si svilupperà la Ruta Sangay. Attraverso la costruzione di sentieri tematici, di infrastrutture viarie e la creazione di competenze locali, si sosterrà lo sviluppo della nazione indigena Shuar, etnia nativa nella Provincia di Morona Santiago.

Siamo quindi orgogliosi di diffondere questa notizia che conferma l’impegno di Cestas per la promozione di modelli di sviluppo endogeni ed includenti.

Simona Canova, rappresentante Cestas in Ecuador

Share