• 14 luglio 2014

Ecuador, nuovo progetto Cestas per l’istruzione e la salute

Investire in istruzione e sanità per creare equità e sviluppo. Ha preso il via nel cantone di Mira, nel nord dell’Ecuador, il nuovo progetto promosso dal Cestas con il Governo autonomo di Mira e finanziato dal Fie, il Fondo italo ecuadoriano.

Mira è una cittadina della provincia di Carchi a vocazione turistica, conosciuta come il “balcone delle Ande”. Il progetto prevede di diffondere l’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione per migliorare l’accesso e la qualità dei servizi sanitari ed educativi nelle zone urbane e rurali del cantone di Mira.

Un aspetto importante su cui intervenire sarà quello dell’educazione alla salute. A oggi mancano infatti nel cantone programmi di educazione e prevenzione sanitaria, tanto che il tasso di gravidanze in età adolescenziale è preoccupante e sono particolarmente diffuse le malattie metaboliche come il diabete e l’ipertensione legate a stili di vita errati.

I destinatari del progetto saranno circa 6.000 persone, poco meno della metà della popolazione del cantone. Nelle attività di informazione e sensibilizzazione della popolazione sarà coinvolto il centro di salute locale.

La cerimonia di inaugurazione del progetto si ì svolta lo scorso 10 luglio. Presenti il sindaco di Mira Walter Villegas, il direttore della Pianificazione dello sviluppo del Governo autonomo Michael Jiménez, il direttore del distretto sanitario Cristian Terán, la direttrice ecuadoriana del Fie Andrea Marín insieme alla rappresentante italiana del Fondo Claudia Leonini e la coordinatrice nazionale del Cestas Josephine Cacciaguerra.