Eu-Acp, Cestas per l’alta formazione dei Paesi Acp

Wits University_01Mettere in rete le eccellenze accademiche africane ed europee nell’ambito dell’agricoltura e della sicurezza alimentare. È l’obiettivo di un nuovo progetto che vede il Cestas protagonista e che è finanziato dall’African, Caribbean and Pacific Group of States (Acp) all’interno del programma di cooperazione Edulink II.

Obiettivo generale del progetto è rafforzare le capacità dell’istituzioni di educazione superiore nei paesi Acp attraverso l’integrazione e la costruzione di nuove competenze. Tre i paesi d’intervento: Namibia, Malawi e Sud Africa, con il coinvolgimento della University of Namibia di Windhoek, la Luanar University di Lilongwe e la University of the Witwatersrand (Wits) a Johannesburg.

Proprio all’università sud africana, che è capofila del progetto, si è svolto il primo incontro per impostare la gestione e la programmazione delle attività. Presenti Nada Karaivanova e Francesco Zatta per il Cestas e Michael Rudolph, Danny Simatele, Florian Kroll e Nikki Richard, tutti della Wits.

Wits University_02In 30 mesi, Cestas lavorerà per sviluppare un programma di promozione dello scambio di esperienze e know-how, realizzare una revisione dei curricula universitari che soddisfi le esigenze di sviluppo economico e sociale dei Paesi Acp e per migliorare l’accesso delle donne tanto all’alta formazione quanto al lavoro nel settore agroalimentare.

“Ci impegneremo per mettere in contatto le università africane ed europee – dice Nada Karaivanova –. D’altronde, la rete di collaborazioni del Cestas è un valore aggiunto per il progetto, riconosciuto dai partner sin dall’inizio”.

Share