Cestas incontra il governo pakistano

Grande interesse per i corsi d’alta formazione socio-sanitaria erogati da Cestas nell’ottica di una futura collaborazione. È questo l’esito dell’incontro, avvenuto venerdì 3 maggio a Roma all’Ambasciata del Pakistan, tra Cestas, il segretario federale del ministero pakistano per le Scienze e tecnologie Akhlaq Ahmad Tarar e l’ambasciatrice del Pakistan in Italia Tehmina Janjua e alcuni alti funzionari dell’ambasciata. Per Cestas ha partecipato all’incontro la consigliera Nada Karaivanova, in rappresentanza anche del docente dell’Università dell’Insubria Cesare Beghi.

“Il settore sanitario pakistano ha bisogno di nuove tecnologie e nuovi modelli di gestione, è quindi importantissimo avviare il più presto possibile una collaborazione con Cestas per la formazione dei vari managers socio-sanitari pakistani – ha detto il segretario Tarar. – L’esperienza di Cestas, in particolare nell’ambito della sanità e della formazione, può garantire una collaborazione seria con risultati sostenibili e un ponte di collaborazione tra l’Italia e il Pakistan”.

Grande l’interesse dimostrato dal partner pakistano per i progetti di formazione superiore che da più di dieci anni Cestas offre per i manager provenienti dall’estero, e in particolare per i tre corsi che Cestas organizza in collaborazione con l’Università di Bologna: il master universitario in Salute pubblica in relazione alle malattie emergenti così come quello in Politiche sociali e direzione strategica per lo sviluppo sostenibile e il corso di alta formazione in Organizzazione e management dei servizi socio-sanitari territoriali. Corsi per cui sono previsti sia un periodo di formazione con presenza in Italia che una parte di formazione on–line.

Apprezzata in particolare anche la formulazione di proposte, da parte di Cestas, definite e rispondenti ai bisogni reali provenienti dal territorio pakistano. Da quasi un anno, infatti, Cestas lavora alla costruzione di proposte di formazione specifiche per il Pakistan e ha avviato una stretta collaborazione con il direttore dell’Unità tecnica locale in Pakistan Domenico Bruzzone della Cooperazione italiana.

Sarà ora cura dell’ambasciata pakistana procedere all’invio del materiale consegnato da Cestas al ministero per le Scienze e tecnologie in Pakistan e avviare quindi al più presto la collaborazione. L’incontro si è concluso con un invito aperto all’ambasciatrice Janjua a effettuare una visita ufficiale alla sede Cestas di Bologna per poter aprire nuovi campi di collaborazione.

Share