In partenza il corso di alta formazione “Health as a right”

Studenti di un corso durante la visita a una struttura sanitariaL’organizzazione dei servizi sociosanitari per assicurare a tutti un pieno diritto alla salute. Si sono concluse le selezioni per la prima edizione del corso di alta formazione “Health as a right:  vocational course in the organization of health and social services (for staff coming from foreign countries)”, promosso dal Dipartimento di Sociologia dell’Università di Bologna e gestito da Cestas.

Il corso, che si svolge in lingua inglese, è destinato ad operatori e dirigenti del settore socio-sanitario, provenienti da Libano, Sierra Leone, Malawi e Namibia. Diciotto le persone selezionate tra le 23 che hanno presentato la propria candidatura. Al centro del percorso formativo ci sarà il tema della salute come diritto, che sarà affrontato attraverso approfondimenti sul rapporto tra servizi sanitari ed utenza, l’organizzazione di reti sociosanitarie sul territorio, il monitoraggio e la valutazione dei servizi e l’accesso universale alla salute.

Parte fondamentale del corso saranno poi le visite ai distretti sanitari e ai servizi socio-sanitari dell’Emilia-Romagna: un’esperienza che permetterà ai corsisti di confrontarsi e di mettere a frutto le conoscenze teoriche e pratiche acquisite.

A giugno gli studenti saranno in Italia per una decina di giorni di lezioni e visite sul territorio. La classe è composta da 11 libanesi, 2 malawiani, 2 sierraleonesi e 3 namibiane, che ricoprono il ruolo di medici, coordinatori di progetti locali o della formazione di personale sanitario, responsabili di risorse umane. Tra i partecipanti al corso “Health as a right” anche ostetriche, infermiere, docenti, responsabili amministrativi o di servizi sociosanitari, direttrici di ospedali, centri medici o distretti e responsabili dei ministeri della salute locali.

Per maggiori informazioni:
Il sito del Campus virtuale Cestas

Share