Iscrizioni aperte per il master in politiche sociali

Società e cultura, programmi di cooperazione allo sviluppo, ricerca sociale, pianificazione strategica del territorio, politiche del lavoro, responsabilità sociale di impresa. È un percorso interdisciplinare quello che offre il master di secondo livello in “Politiche sociali e sviluppo sostenibile del territorio”. Giunto alla undicesima edizione, il master è organizzato dal Dipartimento di sociologia dell’Università di Bologna e dall’ong Cestas, con la direzione didattica affidata al professore di sociologia dell’ambiente e del territorio Marco Castrignanò. L’obiettivo? Formare dirigenti della pubblica amministrazione, manager e consulenti in grado di ideare e gestire programmi per lo sviluppo territoriale e per la promozione della piccola e media impresa, nel rispetto della sostenibilità ambientale e sociale.

“Il master si rivolge sia a neolaureati sia a chi già lavora e vuole specializzarsi nelle politiche sociali e nella promozione del territorio – dice la responsabile didattica Chiara Braschi del Cestas –. Fino a oggi abbiamo avuto 250 studenti provenienti da ambiti disciplinari diversi e anche molti stranieri, il che ci ha permesso di creare classi eterogenee, con un continuo scambio di conoscenze tra i corsisti che costituisce una dei punti di forza del master”.

Risultato in un sondaggio dello scorso anno dell’Università di Bologna come il percorso post-laurea preferito dagli studenti per qualità dell’organizzazione, della didattica e dello stage, il master prevede 1.500 ore complessive di formazione. Una parte delle lezioni si svolgerà in presenza presso le aule didattiche della sede di Bologna del Cestas, un’altra sarà in modalità e-learning attraverso una piattaforma digitale con video-lezioni, materiali didattici e forum riservati a docenti e corsisti. La frequenza è obbligatoria per almeno l’80% delle lezioni, comprese quelle online.

Demografia, politiche internazionali, organizzazione delle piccole e medie imprese, ideazione e direzione di programmi di promozione dello sviluppo, nuovi scenari della comunicazione, sono alcune delle materie che verranno approfondite attraverso lezioni, ricerche, case study, discussioni aperte e lavori di gruppo. Gli studenti parteciperanno inoltre a seminari, incontri con professionisti, uscite didattiche e workshop.

“Quest’anno per la prima volta abbiamo attivato una collaborazione strutturata con tre aziende del territorio del ramo della progettazione, della ricerca e della consulenza” continua Chiara Braschi. Professionisti di Eco&eco Economia ed ecologia, Mbs e Sinopsis Lab terranno infatti parte delle lezioni, in cui “metteranno il loro know-how a disposizione degli studenti”.

Il master si concluderà con uno stage formativo obbligatorio di almeno 300 ore presso enti locali, agenzie per lo sviluppo, fondazioni, società di microcredito o di consulenza (per coloro che lavorano sarà possibile effettuare in sostituzione un project-work) e quindi con la discussione di un progetto di ricerca.

Il master avrà inizio il 28 gennaio 2013 per terminare alla fine del novembre successivo e rilascia 60 crediti formativi. I posti disponibili sono al massimo 45, con selezione per titoli. Requisiti di accesso sono una laurea specialistica (o del vecchio ordinamento) e la conoscenza della lingua italiana. Le preiscrizioni scadono lunedì 17 dicembre 2012.

Per maggiori informazioni:
Chiara Braschi, tel. 051 255053, e-mail chiara.braschi@cestas.org
La pagina del master sul sito del Campus virtuale Cestas

Share