• 8 novembre 2016

La delegazione del Ppaf all’Assemblea legislativa

Continuiamo a collaborare perché abbiamo molto da imparare gli uni dagli altri”. Simonetta Saliera, presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna, ha accolto questa mattina in Regione la delegazione di funzionari del Pakistan Poverty Alleviation Fund (Ppaf) – sono 4 donne e 3 uomini – ospiti del Cestas nell’ambito del programma di visite organizzato insieme al Centro residenziale universitario di Bertinoro.

Simonetta Saliera ha fatto gli onori di casa, spiegando funzioni e organizzazione della Regione e accompagnando gli ospiti fin dentro l’aula dell’Assemblea. “Questo non è solo un luogo con funzione legislativa – ha detto –. Qui accogliamo studenti e rappresentanti delle diverse religioni per far sì che i nostri ragazzi diventino cittadini consapevoli e abbiano rispetto per tutte le culture”.

Nel corso del 2016 saranno 5 i gruppi – e 56 i funzionari – che arriveranno a Bologna dal Pakistan. “Questa esperienza di scambio ci permetterà di avere un quadro generale del sistema educativo e sanitario italiano – ha detto Ali Asghar, senior official di Ppaf –. Potremo così migliorare il nostro lavoro per sradicare la povertà puntando sulla formazione, specialmente quella femminile”. Il Pakistan, ha ricordato Asghar, ha concesso il suffragio femminile nel 1947 ed è stato il primo Paese musulmano ad avere una donna come Primo ministro

Quello di questi giorni è il quarto gruppo giunto dal Pakistan a Bologna. A fine anno i viaggi saranno in tutto 5 e coinvolgeranno 56 funzionari. Fino a venerdì 18, i professionisti del Ppaf avranno l’opportunità di visitare istituzioni, scuole e centri di eccellenza del sistema sanitario e scolastico dell’Emilia-Romagna, e non solo. Inoltre frequenteranno dei corsi tenuti da esperti e da docenti universitari di fama, come Luigi Guerra, direttore del dipartimento di Scienze dell’educazione dell’Università di Bologna