• 16 settembre 2014

Liaison, in Egitto nuovi imprenditori nascono

Il 14 settembre al Cairo si è svolto l’evento di chiusura del Progetto Liaison: lavoro e formazione per una nuova cittadinanza attiva di giovani e donne, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna, in cui Cestas è partner e Cospe è capofila. Il progetto ha offerto formazione a giovani imprenditori egiziani, aiutandoli a mettere a punto i loro business plan.

Grazie alla collaborazione con l’associazione Injaz e con esperti egiziani del settore, è stato creato un profilo personalizzato per ognuno dei partecipanti. Dopo più di dieci mesi di lavoro, nella giornata del 14 settembre sono stati presentati i risultati raggiunti.

Sara Khalil, Ola Amr, Mahinour Sabra, Ahmed Nabil e Mohammed Mahmoud: sono questi i cinque giovani che, grazie al progetto Liaison, adesso sono pronti all’ingresso nel mercato. Durante la cerimonia finale, alcuni di loro sono intervenuti per raccontare la loro esperienza e per illustrare i progetti che stanno per mettere in atto. El-Masry e Ahmed Nabil hanno ideato “iTree”, Sara Khalil ha pensato a un “Choco Heaven”, mentre Mahinour Sabra vuole creare un “Talent Village”. “Non ho avviato il mio business plan eppure sono già famosa all’interno delle reti sociali”, commenta quest’ultima, ringraziando sia il Cestas sia la Regione Emilia-Romagna per il supporto.

Anche i rappresentanti del Cestas sono molto soddisfatti: “Questo gruppo trasmette fiducia e dedizione al lavoro – afferma Nada Karaivanova –. Siamo sicuri che i risultati, visibili già da ora, saranno confermati ancora di più in futuro. Siamo orgogliosi di poter creare posti di lavoro senza dover attendere una risposta dal sistemo statale, così debole in Egitto. Ma il successo più grande deve ancora venire: ci piacerebbe infatti poter replicare questa esperienza anche con altri gruppi di giovani egiziani, ancora più numerosi”.

Alla cerimonia era presenti anche Michela Glorio di Cestas, che si è congratulata per gli obiettivi raggiunti, e Dina El Mofty, direttrice di Injaz, che ha ringraziato Cestas per tutto ciò che sta facendo per migliorare l’accesso al mercato dei giovani imprenditori egiziani. I lavori sono stati conclusi da Sherine Abdel-Salam, start up program manager di Injaz, che continuerà a seguire lo sviluppo dei progetti degli studenti, incluso il forum online di Liaison.