Namibia, corso itinerante per assistenti domiciliari

Lezioni frontali ed esercitazioni, ma anche giochi di ruolo e performance teatrali per spiegare come meglio assistere le persone affette da Hiv/Aids. A Onesi, cittadina namibiana nella regione di Omusati, si è tenuta, dal 19 al 23 novembre, la prima tappa del corso itinerante di formazione per “home base care givers”, organizzato dal Cestas nell’ambito dell’intervento di cooperazione a supporto del programma nazionale di assistenza sanitaria, sociale ed economica.

Il corso, che segue la pubblicazione di nuovi manuali per operatori di comunità, risponde al bisogno di formazione specialistica richiesto dal ministero della Salute namibiano per il personale locale impegnato nell’assistenza domiciliare.

Sono stati venticinque i volontari a partecipare agli incontri che si sono svolti nel Centro sanitario di comunità di Onesi e che, nel 2013, verranno riproposti in varie località della regione di Omusati.

“In ragione dell’estensione geografica e delle caratteristiche socio-demografiche del Paese – spiega Francesco Zatta dall’ufficio Cestas di Windhoek – abbiamo deciso di programmare un ciclo formativo innovativo per modalità organizzativa e per contenuti didattici”.

Attraverso un percorso per tappe, infatti, il corso mira a raggiungere tutte le comunità della regione, in modo da rafforzare il coinvolgimento degli attori locali nei servizi domiciliari. Il materiale didattico nella lingua autoctona, l’oshiwambo, mette in evidenza le pratiche per affrontare nella quotidianità il lavoro di assistenza, soffermandosi anche sugli aspetti logistici e su quelli relazionali.

“Durante le cinque giornate – continua Francesco Zatta – abbiamo inserito anche momenti ludici e di divertimento, fondamentali per aumentare l’affiatamento e l’importanza del lavoro di gruppo per il benessere socio-sanitario di tutta la comunità”.

Share