• 4 dicembre 2018

Namibia, lancio ufficiale del progetto per prevenire le gravidanze precoci

Autorità nazionali e locali, giornalisti, dirigenti scolastici, insegnanti e società civile: venerdì 30 novembre a Windhoek, in Namibia, si è tenuto il lancio ufficiale del progetto “Combating teenage pregnancies and empowering adolescent girls and young mothers living in informal settlements”, realizzato da Cestas con la ong locale Hope Initiative (Hisa), grazie al cofinanziamento dell’Unione Europea di  4,5 milioni di dollari namibiani.

Il progetto mira a tutelare la salute sessuale e riproduttiva delle donne e delle adolescenti che vivono negli insediamenti informali di Tobias Hainyeko (nella regione di Khomas) e di Vyf Rand (regione di Otjizondjupa), contrastando le gravidanze in età adolescenziale, i matrimoni precoci e le violenze sessuali. Parallelamente, saranno realizzate attività per potenziare le capacità personali e professionali delle beneficiarie.

Nonostante i diritti delle donne e degli adolescenti siano tutelati dalla Costituzione e dalle leggi namibiane, le violazioni, gli abusi sessuali e i matrimoni precoci continuano senza sosta. La Namibia, come molti altri Paesi, deve ancora sviluppare un sistema adeguato per la protezione dei bambini e delle donne, in particolare nelle zone di difficile accesso come gli insediamenti informali. Il progetto rafforzerà le reti di comunità e coinvolgerà anche uomini e ragazzi per renderli difensori e sostenitori dei diritti delle donne e dei bambini.