In Bolivia nuovo corso in epidemiologia di campo

Un nuovo progetto di formazione sanitaria, per diffondere le competenze tecniche e teoriche necessarie per riconoscere le variabili comunitarie legate allo sviluppo delle patologie. Parte il prossimo 4 giugno la prima edizione del corso di specializzazione in epidemiologia di campo, realizzato dal Cestas con il Centro de estudios de posgrado e investigación (Cepi) dell’Universidad mayor real y pontificia San Francisco Xavier de Chuquisaca, in Bolivia.

Co-finanziato dal ministero degli Affari esteri italiano e sostenuto dal ministero della Salute e dello sport boliviano, il corso è frutto dell’accordo siglato lo scorso marzo dal Cestas con l’Universidad San Francisco Xavier de Chuquisaca per estendere la Rete andina per la salute materno-infantile.

“L’Universidad San Francisco Xavier de Chuquisaca è il più antico e prestigioso ateneo della Bolivia – spiega il presidente del Cestas Uber Alberti –. La nostra collaborazione inizia con questo corso sull’epidemiologia di campo, una delle esigenze maggiori per il personale sanitario boliviano”.

Biostatistica, indagini epidemiologiche, conoscenza e utilizzo di software specifici, prevenzione e vigilanza sullo sviluppo di nuovi focolai, intervento e comunicazione sono alcune delle materie affrontate nel programma di 300 ore, che comprende sia lezioni in presenza presso la sede di Sucre del Cepi, sia una didattica in e-learning attraverso una piattaforma digitale con video-lezioni, materiali didattici e forum riservati a docenti e corsisti.

Il costo di iscrizione al corso è di 7.000 bolivianos (circa 765 euro). Previste borse di studio a copertura parziale o completa. La scadenza per le iscrizioni è giovedì 31 maggio.

Per informazioni:
Andrea Ramirez – Cestas La Paz
Tel. +591 2 2110944, e-mail andrea.ramirez@cestas.org

Share