• 18 febbraio 2016

Sviluppo, terzo viaggio dal Pakistan all’Italia

Dal Pakistan all’Emilia-Romagna, con escursioni in Veneto e nelle Marche, per studiare modelli di sviluppo imprenditoriale a partire da alcune esperienze di successo. È in arrivo domenica 13 marzo a Bologna il terzo gruppo di professionisti pakistani beneficiari del programma di visite in Italia organizzato da Cestas, in collaborazione con il Centro residenziale universitario di Bertinoro e con l’Emuni University, nell’ambito di un piano triennale per la riduzione della povertà nei distretti del Balochistan, del Khyber-Pakhtunkhwa e delle cosiddette aree tribali di amministrazione federali, attraverso la formazione e lo sviluppo agricolo.

Quattordici le persone che fino al 25 marzo avranno la possibilità di visitare istituzioni e organizzazioni pubbliche e private del commercio equo, dell’artigianato e del turismo sostenibile. Previste, tra le altre, le visite alla Regione Emilia-Romagna e alla Regione Marche, al Cafè de la paix (il primo bar equo e solidale di Bologna, gestito dalla cooperativa sociale Iusta res), alla sede operativa di Altromercato a Verona, al mercato del pesce di Cesenatico, alla Cna e all’Università politecnica delle Marche ad Ancona

I partecipanti – 11 funzionari del Pakistan poverty alleviation fund (Ppaf) e 3 del Governo pakistano – frequenteranno anche lezioni su marketing, gestione aziendale, economia agraria, scienze dell’ambiente e tecnologie dell’alimentazione, tenute da esperti e da docenti dell’Università di Bologna, dell’Università di Parma e dell’Università politecnica delle Marche.

Photo credit: Ted Kaiser