16 results for tag: libano


Libano, nuove risorse per la parità di genere

Applausi, complimenti e la promessa di nuove risorse per continuare a percorrere la strada contro le discriminazioni sul lavoro e per l’uguaglianza tra i generi.  Si è tenuto lo scorso 12 luglio a Beirut il lancio ufficiale della campagna nazionale di sensibilizzazione “In mani sicure”, realizzata dal Cestas e dall’ong libanese Amel international all’interno del progetto per il miglioramento dello status e delle condizioni lavorative delle operatrici sanitarie finanziato dall’Unione Europea. All’incontro, che si è aperto con una conferenza stampa, erano presenti un’ottantina di persone provenienti da tutto il Libano: oltre al pres...

Libano, al via campagna contro le discriminazioni

Due donne, mani che si stringono, un camice da medico. Sono oltre 18 i pannelli pubblicitari affissi nelle città del Libano per la campagna contro le discriminazioni in ambito sanitario. La campagna, che comprende anche uno spot televisivo, è realizzata dal Cestas e dall’ong locale Amel international all’interno del progetto per il miglioramento dello status e delle condizioni lavorative delle operatrici sanitarie finanziato dall’Unione Europea. “Sono più di tre anni che insieme ad Amel stiamo portando avanti questa importantissima attività di educazione e sensibilizzazione – spiega Nada Karaivanova, project manager del Cestas per il M...

Libano, dai giovani una speranza per il futuro

“I più affettuosi saluti al Cestas e alla Regione Emilia-Romagna non solo per averci aiutato, ma per averci dato speranza e fede in un futuro migliore per noi e per i nostri ragazzi”.  Così suor Rita Mansour, direttrice della Antonine Sisters School di Rmeich in Libano, ha concluso il suo discorso alla cerimonia finale della spring school “Together we stand, divided we fall”, realizzata dal Cestas all’interno del programma di potenziamento del sistema locale di servizi sociali e territoriali rivolti alle donne e ai giovani della Caza di Bint Jbeil finanziato dalla Regione Emilia-Romagna. Sono più di sessanta gli studenti delle scuole m...

Libano, formazione per la salute e il lavoro

“Vi incoraggio a utilizzare questo diploma e la conoscenza che avete acquisito nel miglior modo possibile, nella vita così come nella vostra carriera professionale”. Con queste parole Nada Karaivanova, project manager del Cestas per il Medio Oriente e i Balcani, ha terminato il suo discorso alla cerimonia di diploma che si è tenuta ieri all’hotel Padova di Beirut. Ad ascoltarla, i nove partecipanti al corso di alta formazione Health as a right: vocational course in the organization of health and social services (organizzato da Cestas e dall’ong libanese Amel international in collaborazione con l’Università di Bologna), ma anche i sedici...

L’ambasciatrice europea a cerimonia Cestas in Libano

Ci sarà anche l’ambasciatrice dell’Unione Europea in Libano Angelina Eichhorst alla cerimonia conclusiva dei corsi di formazione “Health as a right” e “Training for trainers”, in programma giovedì 31 maggio presso la sala conferenze dell’hotel Padova di Sin el Fil. Realizzati dal Cestas e dall’ong libanese Amel international, i corsi rientrano nell’ambito del progetto per il miglioramento dello status e delle condizioni lavorative delle operatrici sanitarie finanziato dall’Unione Europea. Il corso “Right to health”, organizzato in collaborazione con l’Università di Bologna, è rivolto a dirigenti e manager di ospedali e ...

Libano, media e ong contro le discriminazioni

Qual è la situazione delle donne libanesi? Quale la loro condizione lavorativa? Quante ancora le discriminazioni che devono affrontare e quale il ruolo che possono avere i mezzi di informazione per eliminarle, promuovendo una cultura dell’uguaglianza e della parità? È intorno a queste domande che ha ruotato il workshop “Verso l’uguaglianza di genere: ruolo delle ong e dei media”, organizzato a Beirut dal Cestas insieme all’associazione libanese Amel international, in occasione della Giornata internazionale della donna. Il seminario, realizzato in collaborazione con il Centro risorse per la parità Abaad e con il sostegno finanziario ...

La condizione delle donne in Libano, una ricerca di genere

Dai principi sanciti dalla Costituzione libanese alle discriminazioni di genere nel lavoro e nelle scuole, fino alla situazione sociale ed economica nelle municipalità della Caza di Bint Jbeil. Va dal macro al micro, dal contesto nazionale ai percorsi di vita personali, la ricerca sulla condizione delle donne in Libano realizzata all’interno del Programma di rafforzamento delle attività socio-economiche e culturali per giovani e donne nella regione di Bint Jbeil. Quello di Bint Jbeil è un territorio economicamente depresso: a Ain Ebel, Rmeich. Tebnine e Debel, i villaggi maggiormente colpiti dagli attacchi israeliani dell’agosto del 2006, ...

A Beirut un workshop contro le discriminazioni di genere

Coinvolgere le organizzazioni della società civile per contribuire a dare nuova forma ai valori della cultura libanese, ricostituendola sulla base della giustizia sociale e delle pari opportunità. È lo scopo del workshop organizzato a Beirut dall’associazione Amel, in collaborazione con Cestas, nel prossimo mese di marzo. Realizzato anche con il sostegno della Commissione europea e in collaborazione con Abaad Resource center for gender equality, il corso vuole fare luce sul ruolo che i mezzi di comunicazione e le organizzazioni della società civile possono giocare nel contrastare le discriminazioni di genere, soprattutto quelle legate ai lu...

In Libano disegni e poesie per la fratellanza

Poesie e disegni per promuovere la pace e la fratellanza tra gli studenti libanesi. Sono cinque le scuole nel sud del Libano coinvolte dal Cestas nel Programma di rafforzamento delle attività socio-economiche e culturali per giovani e donne nella regione di Bint Jbeil, portato avanti con il finanziamento della Cooperazione italiana allo sviluppo. Più di cento le ragazze e i ragazzi di Rmeich, Ain Ebel e Debel – tre cittadine che nel 2006 si sono trovate sotto il fuoco incrociato di Hezbollah e dell’esercito israeliano – che, insieme ai loro insegnanti, hanno partecipato a laboratori di pittura, poesia e teatro sui temi dell’interculturalit...